PIERANGELINI S. RECCHIONI nasce a Roma, dove vive ed opera il 15 gennaio 1931.

NELLO STUDIO

Dopo il Liceo Artistico (determinanti gli incontri con insegnanti quali, Marcello Avenali, Giulio D'Angelo, Raffaele De Vico, Vittorio Grassi, Virgilio Guzzi, Luigi Montanarini, Mario Rivosecchi, Ugo Tarchi), si diploma all'Accademia delle Belle Arti di Roma in scenografia con Peppino Piccolo e studia scultura con Michele Guerrisi. Si abilita all'insegnamento del Disegno e della Storia dell'Arte nelle Scuole Superiori e negli Istituti Tecnici e Professionali Superiori femminili. Per tre anni frequenta i corsi estivi e si diploma alla Scuola Internazionale del Mosaico di Lido Adriano (Ravenna). Nel 1961 ottiene la sua prima medaglia (medaglia d'argento; d'oro a Domenico Purificato) partecipando alla rassegna "Arredo Sacro nella chiesa e nella casa" organizzata da Mons. Sante Montanaro in concomitanza con la fiera d'Oltremare di Napoli. 

Dal 1955 al 1965 insegna presso il CIAC (Centro Italiano Addestramento Cinematografico) per il quale organizza anche mostre e sfilate di moda. Dal 1958 al 1965 si occupa di moda e costume: con la regista Franca Maranto Colonna per la realizzazione del film "I Portoghesi - Pranzo di Nozze" premiato al Festival di Venezia come film per i giovani; con Gabriella Lepore Dubois per la rivista "Eleganza", una rassegna dell'alta moda italiana sotto gli auspici del CIFEL (Comitato Italiano Femminile Economia e Lavoro); con Mons. Sante Montanaro alla rivista "Per una civiltÓ dello spirito"; con il settimanale "Cosý" per una collezione di abiti per ragazze. Fino al 1969 inoltre, si occupa di ceramica; come insegnante nelle scuole statali "M. di Savoia" e "A.Diaz" di Roma e come direttore artistico della fabbrica A.C.R. di Roma di Angelo Caruso.

Dal 1965 al 1968 insegna disegno, storia dell'arte e storia del costume al Tecnico Superiore "M. di Savoia", e, nel 1968 vince il concorso a cattedre per l'insegnamento del disegno e della storia dell'arte nelle scuole superiori. Dopo un anno all'Istituto Magistrale di Frosinone passa al Liceo Scientifico "Righi" per poi divenire, dal 1970 al 1986, titolare della cattedra di Disegno e Storia dell'Arte del Liceo Scientifico "Benedetto Croce" di Roma. Dal 1982 Ŕ membro accademico dell'Accademia Internazionale "Burckhardt".

CON MONS. 
GIOVANNI FALLANI

DAVANTI AL BOZZETTO DELL'OPERA "FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME" 
(CM. 300x170) - GALLERIA "LA PIGNA" (ROMA, 1982)

Dal 1982 al 1986 Ŕ Consigliere Nazionale e facente parte della Giunta di Presidenza dell'U.C.A.I. (Unione Cattolica Artisti Italiani) della quale tra il 1983 e il 1984 Ŕ anche segretaria nazionale; nel 1983 organizza per la Presidenza la mostra nazionale dell'UCAI nelle "Sale del Bramante" a Roma. Sempre nel 1983 con un gruppo di amici organizza la mostra di artisti (Guido Bernardi, Franco Cajani, Augusto Giordano, Giuseppe Mirale, Elena Soprani, Ennio e Tina Tesei) "Amici di Don Picchi" per raccogliere fondi per il Centro Italiano di SolidarietÓ presso il Centro Culturale della Banca d'Italia a Roma.
Fa parte dell'A.I.A.M. (Associazione Italiana Arte della Medaglia) e partecipa attivamente a tutte le manifestazioni. E' autrice dell'incisione del canto XXIX del Paradiso, della Divina Commedia curata da Mons. Giovanni Fallani (SocietÓ Italiana per le Edizioni d'Arte, Casa di Dante, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato - Dicembre 1984). 

CON LO SCULTORE
ANTONIO BERTI

"IL PAIOLO"
PALAZZO RUCELLAI
(FIRENZE, 1986)

Tra il 1985 e il 1986 ýdea e conduce una serie di interviste televisive per "Teleradiosole" di Roma, programma "Una donna come..." (Anita Durante, Vanna Polverosi, Anna Romano, Adriana Settimi, Annarosa Taddei Vio, etc.). E' autrice di tutti i disegni di "Rievocazione Bibliche" di G.Nolli (Elettrongraf - Roma, Dicembre 1985). 
Collabora con alcuni artisti alle illustrazioni di "Le stagioni di Sant'Agostino in Brianza" (testi di Luigi Biraghi, Franco Cajani, Luigi Gandini, Giuseppe Lazzato, Carlo Maria Martini, Claudio Pollastri, Luigi Santucci - edizioni Gr Besana Brianza, Dicembre 1986).
Sempre con altri artisti collabora al libro di poesie di Franco Cajani "Cavalieri nel tempo", testo di presentazione di Arturo Della Torre (edizioni Gr. Besana Brianza, 1988) con edizioni in lingua romena (testo di presentazione di Coriolan Babeti) e ungherese (testo di presentazione di Gyorgy Zsab˛).

Dal 1986 fa parte dell'International Zonta Club (Roma 1) del quale Ŕ Presidente nel biennio 1994-1996. E' autrice delle sculture premio del Concorso Fotografico Nazionale "Si deve salvare?" organizzato dalla ZONTA International Club, da un'idea di Gianna Vernola, per il quale cura anche l'esposizione romana presso il Ministero dei Beni Culturali, Istituto San Michele, Roma 1988. Nello stesso anno realizza 5 tavole illustrative per il volume "Oriente e Occidente in onore di Maria" (poesie di Mons. Elio Venier). 
Suo Ŕ il progetto grafico per le manifestazioni celebrative su "Rivoluzione Francese e Roma" (manifesto, copertina ed impaginazione del volume edito dall'Artistico-Operaia, su un'idea di Mons. Sante Montanaro, Roma 1990). Nel 1992 realizza la medaglia offerta a Giovanni Paolo II dalla Scuola di Polizia di Stato di Nettuno.

CON SUA SANTITA' 
GIOVANNI PAOLO II 

IN OCCASIONE 
DELLA MANIFESTAZIONE
"GIOVANNI PAOLO II 
TRA GLI ARTISTI"

GALLERIA "L'AGOSTINIANA"
(ROMA, 1984)

E' l'ideatrice e l'organizzatrice, per lo "Zonta International", della rassegna di arte contemporanea "Giovanna Murino Paesani", realizzata con l'aiuto degli amici dell'UCAI nazionale (Unione Cattolica Artisti Italiani) e di Anna Risi, a favore dell'Associazione Ryder Italia (Sagrestia della Messa degli Artisti, Roma 1994).

Nel Gennaio 1996 realizza un bassorilievo in bronzo per il "Premio Michelangelo"; premio ogni anno assegnato a personalitÓ della cultura e dell'arte italiana. Nel Dicembre del 1999 realizza, per la fonderia d'arte Picchiani e Barlacchi di Firenze, "Oltre il 2000", medaglia ufficiale della stessa per l'Anno Santo.

Nel 2006, realizza I Cavalieri del Cielo, medaglia celebrativa della Sacra Fraternitas Aurigarum in Urbe (della quale fa parte dal 2007 ľ tessera n░ 2). Sempre nel 2006, realizza con l'UCAI, per il Convegno Nazionale di Verona della C.E.I., la stazione XIV della Via Lucis. Sue opere (disegni, dipinti, sculture, mosaici e vetrate) si trovano in collezioni pubbliche e private, in Italia e all'estero.

Numerosissimi i premi e i riconoscimenti. Innumerevoli le partecipazioni su invito a mostre di gruppo e rassegne nazionali e internazionali: Arona, Bari, Bucarest, Budapest, Caltanissetta, Cascia, Castel Madama, Civita di Bagnoregio, Cernobbio, Como, Desio, Fabriano, Firenze, Genova, Isole Eolie (Lipari, S. Marina di Salina, Vulcano Piano), Kromeriz, Latina, Los Angeles, Malta,Messina, Milano, Monterosso Calabro, Napoli, New York, Pinerolo, Pizzo Calabro, Plzen, Praga, Ravenna, Rieti, Roma, San Marino, Sassoferrato, Seregno, Spello, Spoleto, Taranto, Tokyo, Trieste, Udine, Venezia, Verona, Vicenza. Il suo nominativo Ŕ inserito nell'archivio storico della Galleria Nazionale di Arte Moderna.